• XII Esposizione Internazionale Canina

    IMG_5624 IMG_5633 IMG_5632

  • 50 anni di matrimonio festeggiati a San Valentino

    IMG_5622             IMG_5623

  • Sanità : assemblea pubblica a Cortona

    IMG_0433              IMG_0435

     

    Molto partecipata l’assemblea pubblica sulla Sanità Toscana che si è svolta presso la Sala riunioni dell’ospedale “Santa Margherita” alla Fratta di  Sabato 13 Febbraio alle ore 10.

    Abbiamo parlato della Legge Regionale n.84/2015 sul riordino dell’Assetto Istituzionale e Organizzativo del Sistema Sanitario e Organizzativo del Sistema Sanitario Regionale.

    Erano presenti la Dirigenza della USL SUDEST Toscana e i rappresentanti delle Istituzioni Locali.

     

  • A Marciano per parlare di Legge Sanitaria

    IMG_0429              IMG_0430

     

     

    Legge 84/2015 di modifica della LR 40/2005 (Disciplina del Servizio Sanitario regionale)

    La legge promuove la semplificazione del sistema, la riduzione dei livelli apicali, l’uniformità e omogeneità organizzativa in contesti più ampi rispetto ai precedenti, la sinergia tra aziende ospedaliero-universitarie (AOU) e le aziende unità sanitarie locali (USL) attraverso la programmazione integrata, la valorizzazione del territorio, la realizzazione di economie di scala sui diversi processi, l’integrazione della rete ospedaliera su contesti più ampi ed una diffusione omogenea delle migliori pratiche all’interno del sistema, nonché un ulteriore contenimento della spesa.

    I punti cardine della riforma sono rappresentati dalla riduzione delle aziende USL , dal rafforzamento della programmazione di area vasta, dall’organizzazione del territorio e dalla revisione dei processi di “governance”;

  • FantasticaMente

    12705376_1046406758714243_8002908084822124058_n          IMG_20160206_164857

  • I cammini di Francesco

    IMG_20160206_110641

     

     

  • Nasce il nuovo “Its Orafo”: al via le lezioni

    IMG_20160204_142404 IMG_20160204_142414

    Dal 29 Gennaio 2016 sono iniziate presso i laboratori dell’Istituto “Margaritone” di Arezzo le lezioni del nuovo corso di “Tecnico Superiore per le Lavorazioni Artistiche Orafe”.

    Il corso post-diploma  – di durata biennale – si articolerà in circa 2000 ore, di cui 1200 ore teorico – pratiche e 800 ore di stage in aziende pubbliche e private, ripartite in 4 semestri con obbligo di frequenza.

    Il piano didattico del progetto formativo è incentrato prevalentemente nello svolgimento di lezioni di laboratorio orafo dedicate alla lavorazione al banco, saldatura, incisione, incastonatura, sbalzo e cesello. E’ previsto altresì lo svolgimento di lezioni dedicate all’elettroformatura e più in generale alle nozioni teorico-pratiche di chimica applicata all’oreficeria, oltre che alla modellazione CAD-CAM e alle lezioni teoriche su storia del gioiello, metallurgia, marketing e comunicazione.

    “Innanzitutto è doveroso ringraziare– spiega la Presidente pro tempore della Consulta Orafa e Presidente Unionorafi Confapi  Alessia Gualdani – l’Assessore Regionale Vincenzo Ceccarelli e la Vice Presidente del Consiglio Regionale Lucia De Robertis per il prezioso supporto prestato per l’approvazione del progetto che ha preso le mosse dalla richiesta avanzata lo scorso 29 Settembre 2014 dalle rappresentanze orafe di Arezzo al Governatore della Toscana, Enrico Rossi in occasione degli Stati Generali dell’Oreficeria di Arezzo. I mesi successivi ci hanno visto impegnati in un’intensa attività di concertazione con la Regione e con tutti i soggetti pubblici e privati interessati ad attivare corsi di formazione post-diploma nell’ambito della filiera Turismo, Arte e Beni Culturali. ”

    Si è giunti così nel mese di Giugno alla costituzione di una Fondazione che vede la collaborazione di 4 territori (Firenze, Arezzo, Siena e Lucca) con 66 partner. Al territorio aretino ed è stato riconosciuto un ruolo molto importante nella stessa Fondazione con l’ingresso nella Giunta Esecutiva della Presidente Alessia Gualdani ed inoltre è stata demandata la presentazione del progetto dedicato all’oreficeria.

    L’approvazione del progetto formativo dedicato alle lavorazioni orafe da parte della Regione Toscana consentirà l’erogazione di un finanziamento di circa 200.000 euro messi a disposizione dai fondi europei, cui si aggiungeranno circa 100.000 euro provenienti dal Ministero dell’Istruzione.

    “Obiettivo del corso – conclude Alessia Gualdani – sarà quello di offrire al distretto orafo di Arezzo una nuova figura professionale capace di coniugare la padronanza delle tecniche tradizionali dell’oreficeria con la conoscenza degli strumenti più innovativi del design industriale”.

    “Si tratta di una grande opportunità per l’intera città di Arezzo che può proporsi come uno dei centri più importanti della formazione di settore a livello nazionale.  Attraverso l’attivazione di questo nuovo percorso professionalizzante, alternativo all’università, abbiamo voluto offrire al distretto orafo di Arezzo una nuova leva di sviluppo e rilancio della sua competitività”.

     

  • Piero della terra Francesca

     

     

  • Lancio del sito

    bannerperfacebook-01

  • Il Centro Riabilitazione Terranuova nel nuovo scenario sanitario toscano

    CRT_convegno_invitoweb   IMG_0350

Pagina 30 di 32« Prima...1020...2829303132