• FOIANO della CHIANA rievoca dopo 73 anni la sua liberazione

    Il Comune di Foiano della Chiana, in collaborazione con il Lions Club Valdichiana Host e la locale sezione ANPI “Licio Nencetti”, organizza domenica 2 luglio p.v. la rievocazione dell’arrivo delle truppe alleate, che segnò la fine della guerra e dell’occupazione nazifascista. Le celebrazioni prenderanno il via alle ore 10:00 presso il cimitero britannico della vicina località di Renzino, con deposizione di corone ai caduti della Seconda Guerra Mondiale. Dopodiché un corteo di mezzi militari e divise dell’epoca si snoderà per le vie del centro storico, dove anche la locale Croce Rossa espone i propri mezzi storici, fino a piazza Caduti della Resistenza, dove viene deposta una corona in onore dei partigiani giustiziati dai nazifascisti nel giugno 1944. Vi partecipano anche la Filarmonica “G. Mascagni di Foiano della Chiana e la Filarmonica “G. Verdi” di Pozzo della Chiana. La cerimonia prosegue in piazza Cavour, dove le autorità civili e militari porgeranno i loro saluti alla cittadinanza, ai labari delle Associazioni d’Arma e delle Associazioni di Foiano della Chiana, ai Gonfaloni dei comuni della Val di Chiana e della Provincia di Arezzo e si conclude con balli folkloristici a cura della Compagnia “Il Cilindro” e dei Reenactors con divise dell’epoca a simboleggiare il clima festoso della Liberazione. Segue alla Galleria del Furia la conferenza “Foiano della Chiana, 2 luglio 1944” dello storico Mario Parigi conduce e l’inaugurazione della mostra fotografica e di reperti bellici “Estate 1944. Il passaggio del fronte in Valdichiana. Immagini e testimonianze”.

  • 50.000€ dalla Regione per il ” XVI Ponte della Solidarietà “

    La Regione ha erogato un contributo di 50mila euro a favore Consulta Provinciale Volontariato di Protezione Civile della provincia di Arezzo per realizzazione progetto “XIV Ponte della Solidarietà”. Il progetto, concordato con l’amministrazione comunale di Visso, sostiene il rientro della popolazione sfollata per il terremoto dell’agosto 2016. Supporta inoltre la progettazione di servizi per il turismo per realizzazione di una ciclovia che colleghi il comune ad altri comuni dell’area. Sono felicissima che la straordinaria generosità delle Associazioni di Volontario magistralmente coordinate dalla Consulta abbiano avuto questo riconoscimento. Grazie all’Assessore Fratoni per l’attenzione che mette al nostro territorio.

  • La Regione finanzia il ” XIV Ponte della Solidarietà “

    La Regione ha erogato un contributo di 50mila euro a favore della Consulta Provinciale Volontariato di Protezione Civile della provincia di Arezzo per realizzazione del progetto “XIV Ponte della Solidarietà”. Il progetto, concordato con l’amministrazione comunale di Visso, sostiene il rientro della popolazione sfollata per il terremoto dell’agosto 2016. Supporta inoltre la progettazione di servizi per il turismo, per la realizzazione di una ciclovia che colleghi il comune ad altri comuni dell’area. Sono felicissima che la straordinaria generosità delle Associazioni di Volontario magistralmente coordinate dalla Consulta abbiano avuto questo riconoscimento. Grazie all’Assessore Fratoni per l’attenzione che mette al nostro territorio

  • AVANTI, INSIEME

    grazie-renzi

  • La Toscana dei Cammini

    latoscanadeicammini

    Una proposta di legge per costruire una rete di cammini regionali, da affiancare alla via francigena e ai cammini di san Francesco, per far scoprire la Toscana rurale di borghi e dei sentieri. E’ questo il senso dell’iniziativa che ho presentato in consiglio regionale in qualità di referente per il progetto dei cammini di Francesco.

    La Pdl, depositata la scorsa settimana, promuove il riconoscimento di itinerari locali proposti dai comuni, anche assieme ad associazioni, percorribili in sicurezza a piedi, in bici, a cavallo, che si ricollegano a fatti storici o a tradizioni documentate. Quando riconosciuti, a seguito di una valutazione tecnica di un’apposita commissione regionale, tali cammini saranno inseriti in una sezione speciale Dell rete escursionistica regionale. La Pdl prevede anche la possibilità di recuperare, con procedure semplificate, manufatti (come case rurali o annessi agricoli) da destinare all’ospitalità e al ristoro degli utenti.

    A Toscana Promozione Turismo, lo strumento Dell Regione per la promozione turistica, il compito di valorizzare questi itinerari pensati per arricchire la Toscana di una nuova offerta turistica sostenibile e “slow”. La Pdl rappresenta anche un ulteriore sostegno ai cammini di san Francesco, potendosi applicare anche ad essi le previste agevolazioni per il recupero edilizio dei manufatti dislocati lungo il percorso.

     

  • Nuove opportunità per l’accesso al credito delle imprese

    accesso-al-credito3jpg

    In Consiglio regionale mozione del PD per aggiornare le politiche in favore della capitalizzazione e degli investimenti delle imprese toscane.  Accolte le richieste delle categorie aretine.

    Una nuova stagione per le politiche regionali in materia di accesso al credito per le micro, piccole e medie imprese della Toscana. Lo chiede una mozione del Partito Democratico che sarà discussa in Consiglio regionale  nella seduta di martedì e mercoledì prossimi. L’economia toscana è uscita dalla crisi avviata nel 2007 in condizioni migliori rispetto al contesto nazionale, ma la ripresa è debole e il quadro internazionale di contrazione delle esportazioni rischia di colpire più duramente il nostro sistema produttivo, storicamente forte in quel contesto. Una situazione sulla quale il PD chiede di intervenire, a partire dalla piena attuazione del nuovo programma di sviluppo, prossimo alla sua definitiva approvazione attraverso misure specifiche di sostegno all’accesso al credito per le imprese. Il rafforzamento della capitalizzazione e l’incremento degli investimenti, specie per l’innovazione  sono i passaggi obbligati per rafforzare stabilmente la ripresa, recuperando sul terreno dell’occupazione, dove già molto ha fatto il Job Act e le politiche di sgravi fiscali e previdenziali. Un più facile accesso al credito è quanto mai necessario per andare in queste direzioni. Le proposte del PD riguardano, un aumento delle risorse sulle garanzie al credito, anche a supporto dei consorzi fidi di categoria, operando anche una diversa distribuzione con le risorse dedicate al microcredito nonché “un’implementazione dei fondi rotativi”. Misure per il sistema delle imprese, commercio compreso. La domanda di un sostegno al credito per le imprese commerciali era emersa in modo chiaro in occasione dell’incontro che in autunno organizzammo con le categorie economiche ad Arezzo per presentare il nuovo programma regionale di sviluppo. In quella sede ci impegnammo per accogliere quella giusta istanza, che oggi traduciamo in questi nuovi indirizzi per le politiche di settore.

  • Agroalimentare, De Robertis (PD): “Polo agroalimentare quasi realtà: manifestazione d’interesse per le aziende del sud della Toscana”

    Via libera dalla Giunta regionale alla pubblicazione dell’avviso rivolto alle imprese dell’agroalimentare del sud della Toscana per la manifestazione d’interesse alla partecipazione ad un “Contratto di distretto per il sistema produttivo della Toscana del sud”.

    “Regione Toscana e Governo sono impegnate da tempo nel percorso di costruzione di un distretto agroalimentare della Toscana del sud, un Polo che raccolga le produzioni agricole del territorio incentivandone le attività di trasformazione e commercializzazione. L’obiettivo è quello di rafforzare il marchio toscano dell’agroalimentare attraverso la valorizzazione delle eccellenze che, in gran misura, si trovano proprio nella parte meridionale della Toscana a cui la Regione ha riconosciuto un ruolo strategico già mesi fa con l’impegno a destinare risorse del Prs allo sviluppo della filiera”. Così Lucia De Robertis Vicepresidente del Consiglio Regionale della Toscana.

    “La manifestazione d’interesse a cui dovranno partecipare anche le imprese del territorio aretino – prosegue De Robertis –, rappresenta un passaggio intermedio al quale seguirà la costruzione del cosiddetto contratto di distretto da presentare ai ministeri delle Politiche agricole e dello Sviluppo Economico e di lSMEA (Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare) per promuovere ulteriori opportunità. Il distretto rurale si costituisce con l’accordo tra enti locali  e soggetti privati: la Regione, dunque, con questa decisione si fa carico del ruolo fondamentale di coordinamento tra enti e imprese, proseguendo così nell’impegno preso con il territorio in un comparto economico fondamentale per lo sviluppo”.

    Le imprese interessate sono quelle della Toscana del sud che operano nel settore della trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli. Nell’avviso, che sarà pubblicato nei prossimi giorni, tutti i dettagli sulla tipologia di investimenti previsti, i limiti delle spese ammissibili e i tempi per la partecipazione.

  • Diga di Montedoglio : “Finalmente buone notizie e impegno concreto del Ministero “

    montedoglio1jpg

    Dalla Consulta Montedoglio-Sovara riunitasi ad Arezzo, arrivano buone notizie per tutti i cittadini residenti nel territorio di operatività della diga. Il fatto che il Ministero abbia preso l’impegno per il finanziamento del progetto di ricostruzione dello scarico di superficie, crollato nell’ormai noto evento del dicembre 2010 è una notizia positiva. Per questo ringrazio sia l’ Ente Acque Umbre Toscane che l’Assessore Marco Remaschi che ha dichiarato il suo impegno nell’affrontare tutte le problematiche emerse nell’incontro e nel reperimento delle risorse necessarie per far fronte al  progetto di messa in sicurezza. La diga, ritenuta la più importante infrastruttura del centro Italia, è soprattutto un’opera fondamentale per il territorio, sia per quanto riguarda l’uso delle acque in agricoltura per fini irrigui, che per l’uso potabile. Ora mi auguro che l’iter per ripristinare la piena operatività della diga possa procedere speditamente.

     

  • Immagini dal Treno della Memoria : COMPRENDERE E’ IMPOSSIBILE, CONOSCERE E’ NECESSARIO

    treno16treno15

    Esco dal campo di Auschwitz ancora una volta non comprendendo come è potuto succedere tutto questo. Quanta cattiveria in molte donne e uomini e quanta forza e voglia di vivere in altri. Eppure appartengono allo stesso genere. Il mio. Ho raccolto un sasso in un viale sotto la neve. Lo userò per costruire ponti e non muri. Lascio dietro di me il silenzio e il dolore di un’altro graffio nell’anima che non si cancellerà mai.

    treno17treno13treno14treno11treno12

    Entriamo nel campo di Auschwitz. Ora solo neve e silenzio. Nel rispetto di quel milione di persone qui deportate. Solo dolore e silenzio. Gridiamo insieme quel dolore perché non succeda mai più.

    trenomemoria8trenomemoria9trenomemoria7

    trenodellamemoria3trenodellamemoria2

    Birkenau. È finita la nostra visita. Tanta emozione e tanto dolore che si respira e se stai in silenzio puoi anche sentirlo.

    trenodellamemoria1trenodellamemoria5

    trenodellamemoriatrenodellamemoria

  • Via libera al contributo del Consiglio regionale al comune di Arezzo per i danni provocati dal groppo di vento di luglio

    AVADOttantamila euro dal Consiglio regionale al Comune di Arezzo a risarcimento dei danni subiti con il ‘groppo di vento’ del 14 luglio scorso. Il contributo è stato deliberato oggi pomeriggio dall’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale. A darne notizia è la vicepresidente Lucia De Robertis, attivatasi subito dopo l’evento calamitoso per consentire alla città di poter accedere ai contributi che il Consiglio regionale stanzia in questi casi in favore di enti locali e associazione senza fini di lucro.

    “Oggi – commenta De Robertis – l’ufficio di Presidenza ha dato il via libera all’erogazione di ottantamila euro in favore del comune di Arezzo, quale contributo al risarcimento dei danni causati dalla tempesta di vento del 14 luglio scorso. È un contributo importante, finanziato grazie ai risparmi realizzati dal consiglio sui vitalizi agli ex consiglieri confluiti in un apposito fondo dedicato a questo tipo di interventi.”.

    “Il contributo – aggiunge la Vicepresidente – corrisponde al massimo concedibile. Un risultato che mi fa particolarmente piacere, perché utile agli aretini. Un intervento per la città, a fronte di un’emergenza reale che chiama tutte le istituzioni a fare la propria parte. Il Consiglio regionale ha fatto la propria”.

Pagina 1 di 212