• Informazioni più chiare per le esenzioni

    bollo

     

    Esenzione bollo auto per disabili: Lucia De Robertis chiede alla Regione una migliore informazione ai cittadini

    La Regione migliori l’informazione ai cittadini interessati sulle esenzioni dal pagamento del bollo auto per i disabili. A chiederlo è la vicepresidente del Consiglio regionale della Toscana, Lucia De Robertis.

    “Nella legge di stabilità – spiega la consigliera – abbiamo adeguato la normativa in materia di esenzione dal pagamento del bollo auto a quanto previsto dalla legislazione nazionale, escludendo dal beneficio i soggetti con limitata capacità di deambulazione che usufruiscono dell’indennità di accompagnamento. Ai cittadini interessati gli uffici della Regione hanno opportunamente inviato una lettera che spiega l’intervenuta modifica, ma che, forse per un difetto di chiarezza, sta destando in molti destinatari preoccupazione ed incertezze”.

    Da qui la richiesta “di un intervento chiarificatore, che meglio indirizzi, facilitandolo, l’accesso alle agevolazioni previste per i soggetti che ne hanno diritto”, nonché “di un miglior coordinamento fra i tempi richiesti per il pagamento del bollo e quelli previsti per la presentazione della documentazione attestante il mantenimento del diritto all’esenzione.”

    Restano in vigore le agevolazioni per coloro che hanno ridotte o impedite capacità motorie permanenti, limitatamente ai veicoli adattati, per i portatori di handicap gravi ex legge 104/1992, per i ciechi, i sordi e gli ipovedenti gravi, per le persone affette da handicap psichico e mentale con indennità di accompagnamento.

Comments are closed.