• L’agricoltura è giovane

    Mi piace segnalare che, nella Regione che per prima ha varato il Piano del Paesaggio, teso a valorizzare e tutelare questo “variegato bene” che in Toscana rappresenta un vero e proprio volano di sviluppo, e’ estremamente interessante notare che proprio i giovani, con un occhio di riguardo proprio al territorio, stanno diventando una risorsa importante per la nostra economia.
    Lo testimoniano le tantissime domande presentate per partecipare regionale – Pacchetto Giovani  2015 – per sostenere i giovani che hanno scelto l’agricoltura per il loro futuro.
    All’assessorato all’Agricoltura sono arrivate così tante richieste (1761) che la Giunta ha deciso di innalzare il finanziamento iniziale da 40 milioni a 100 milioni, in modo da dare risposte concrete a 686 progetti per nuove aziende con un indotto che in 3 anni darà oltre 8000 nuovi posti di lavoro. Per la Provincia di Arezzo sono state accolte 220 domande.
    I settori di maggior interesse per i “nuovi agricoltori” sono stati  l’allevamento di ovini e caprini, specialmente nelle zone marginali di montagna, molti laboratori per fare il formaggio e altri prodotti tipici, l’allevamento di api con relativa produzione di miele, quasi sempre in strutture di filiera corta, all’insegna della più rigorosa sostenibilità.
    Questa straordinaria partecipazione è la conferma che i giovani vogliono lavorare in rete, intendono recuperare tradizioni che hanno solide radici e possono rilanciare il nostro agroalimentare in maniera innovativa e attenta alla qualità.

Comments are closed.