• Visita agli impianti di San Zeno

    san-zeno2san-zeno6Domenica 20 marzo ho accompagnato l’assessore regionale all’ambiente e alla difesa del suolo Federica Fratoni all’interno della struttura di San Zeno gestita da Aisa Impianti. Una passeggiata fuori e dentro lo stabilimento

    “Ho trovato un impianto moderno e ben gestito – ha detto l’assessore Fratoni -, che presenta elementi di virtuosità straordinaria, come quello di trattare tutto il ciclo dei rifiuti partendo sia dalla raccolta differenziata che da quella indifferenziata, ottenendo grandi risultati per lo smaltimento e in generale per il trattamento dei rifiuti. Si recupera compost, fertilizzante, e si genera energia. Quella di San Zeno è un’esperienza unica nel suo genere, ma da replicare in altre parti del territorio toscano. E’ stata una visita piacevole ma anche di grande formazione e conoscenza”.

     

  • In Casentino per parlare di Sanità

    casentino                cas                   cas2     IMG_0606

  • Patti territoriali

    corriere-di-arezzo_cover-

  • Etruschi: inaugurata a Cortona la mostra internazionale sulla scrittura

    etruschi cortona5        etruschi cortona7        etruschi cortona24    etruschi cortona13

    A Cortona sono arrivati da tutta Europa reperti legati alla scrittura etrusca, un tema misterioso e affascinante a cui da oltre vent’anni non veniva dedicato un evento di questa portata. In particolare la Mummia di Zagabria, la più lunga inscrizione etrusca mai rinvenuta fino ad oggi.

    La scrittura etrusca è un tema affascinante; ci parla di una lingua, di un popolo e di una cultura attraverso conquiste, commerci, idee, storie che hanno avuto luogo in tutto il bacino del Mediterraneo fra il settimo e il primo secolo avanti Cristo. Da oltre tre decenni non sono state organizzate mostre di livello internazionale sul tema della scrittura etrusca. È per questo che, alla luce delle recenti scoperte di epigrafi etrusche vicino a Montpellier e al ritrovamento a Cortona della Tabula cortonensis, terzo più lungo testo etrusco esistente, il Museo del Louvre, il Museo Henri Prades di Lattes, e il MAEC di Cortona hanno deciso di progettare un grande evento archeologico, la mostra Etruschi maestri di scrittura. I reperti, provenienti da alcuni dei più importanti musei del mondo, in esposizione a Cortona da oggi al 31 luglio 2016. La mostra, di grandissimo valore scientifico, presenta alcune delle testimonianze più importanti dell’epigrafia etrusca, dalla tela-calendario rituale avvolta sulla Mummia di Zagabria alle lamine di Pyrgi; i visitatori potranno godere, come mai prima d’ora era stato fatto, la diversità dei supporti e delle tecniche di scrittura, così come le scoperte degli ultimi anni di studi in materia. Oggetto di profondi studi, l’etrusco resta per certi versi ancora misterioso. Sono infatti irrisolti i significati specifici di molte parole, in particolare quelle che non presentano parentele con le lingue antiche più note. La difficoltà di comprensione della scrittura etrusca dipende essenzialmente scarsità di testi lunghi e dalla ripetitività dei testi brevi in nostro possesso, spesso di natura funeraria, giuridica o commerciale. Etruschi maestri di scrittura intende dimostrare i progressi negli studi nella sintassi e nella grammatica, attraverso una rilettura e una nuova interpretazione di molti epigrafi e alcune novità assolute. Le iscrizioni (siano esse su oggetti di uso quotidiano, su oggetti di culto, su statue o su atti) saranno classificate in mostra per settori di appartenenza: dalla sfera del rito a quella del sacro, dall’ambito funerario a quello giuridico. Un altro aspetto importante riguarderà i supporti e le tecniche scrittorie, le modalità di insegnamento e di trasmissione dell’alfabeto, le tipologie letterarie attestate, le vicende, talora avventurose, di alcuni testi. Una grande attenzione è stata riservata all’allestimento della mostra nelle sale del Maec per un’esposizione che vuole trasformare il segno della scrittura etrusca in una forma d’arte, al limite del design, con una grafica innovativa e coinvolgente. Numerose saranno le iniziative culturali previste per tutto il periodo dell’evento: conferenze, convegni, mostre di arte contemporanea. Etruschi maestri di scrittura rappresenta un appuntamento imperdibile per chi ama l’antica cultura di questa civiltà affascinante, nonché una delle più importanti mostre archeologiche in Italia nel 2016.

     

  • Welfare con la W maiuscola !

    GLaNazioneArezzoI

     

  • Promozione del territorio

     

     

  • Nuove deleghe

  • Banca del Valdarno vicino ai ragazzi

  • Informazioni turistiche

    GLaNazioneArezzoI

     

  • Chianina e Syrah: eccellenze del territorio

    f2e9b771-292e-47eb-8613-bee1d29f7d1e       5ec37377-3c44-477a-bfbd-ecb9503e6f33       198430de-3d63-4c6f-8d1b-0292320a7ecb      c7a5aeac-4836-495b-b6d0-a438c5b9eb94

Pagina 67 di 78« Prima...102030...6566676869...Ultima »