• VIA LIBERA ALLA LEGGE SUGLI INDENNIZZI PER GLI AGRICOLTORI DANNEGGIATI DALLA FAUNA SELVATICA NELLE RISERVE NATURALI REGIONALI

    In Commissione Territorio e Ambiente, abbiamo dato il via libera alla nuova legge che disciplina la materia degli indennizzi per i danni provocati dalla fauna selvatica alle attività agricole presenti nelle riserve naturali regionali.

    Con questo provvedimento la Regione va, dunque, a disporre, in favore degli imprenditori agricoli regolarmente iscritti al registro delle imprese, un indennizzo per il ristoro dei danni arrecati dalla fauna selvatica alle produzioni agricole e alle opere funzionali all’esercizio dell’attività agricola stessa presenti nelle riserve naturali regionali. L’indennizzo previsto dalla legge non è cumulabile con altre forme di finanziamento finalizzate al ristoro della medesima perdita o per la riduzione della produzione agricola nonché dello stesso danneggiamento delle opere approntate sui fondi. La sua entità non è predefinita, in quanto sarà calcolata anche in rapporto alla disponibilità delle apposite risorse rese disponibili nel bilancio regionale.

    La legge inoltre interviene nella promozione e nel potenziamento della prevenzione dei danni arrecati all’agricoltura dalla fauna all’interno del sistema regionale delle aree protette, prevedendo, a favore degli imprenditori che operano nelle riserve regionali, a decorrere dal 2021, l’erogazione di contributi per il sostegno economico di opere e azioni tese a minimizzare i rischi di danno alle produzioni in funzione delle specie faunistiche lì presenti.

    Il provvedimento dispone poi che sempre a decorrere dal 2021, per l’accertamento dei danni e la determinazione degli indennizzi nonché per l’assegnazione e la determinazione dei contributi agli imprenditori agricoli per l’attività di prevenzione dei danni all’interno delle riserve regionali, la Regione si avvarrà degli ATC, stipulando con questi specifiche convenzioni che definiranno modalità di svolgimento delle attività previste, nel rispetto dei criteri e degli indirizzi che verranno stabiliti dalla Giunta regionale.

    Per i danni prodotti dalla fauna selvatica nelle riserve regionali a far data dal 1° gennaio 2016 e fino all’attivazione delle convenzioni con gli ATC, l’attività di indennizzo verrà definita con deliberazione della Giunta regionale, atto che indicherà le direttive ed i criteri per l’assegnazione del contributo, specificandone le modalità di determinazione e di erogazione.

    La legge infine conferma la competenza dei soggetti gestori delle aree protette nazionali e degli enti parco regionali a provvedere all’indennizzo ed alla prevenzione dei danni da fauna selvatica all’interno del territorio di loro competenza, in conformità ai rispettivi ordinamenti.

Comments are closed.